blog tagline

Articolo taggato ricette

Ricette dal mondo

novembre 28, 2014 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , , , , , , , , ,  0 Commenti

funjeCon la ricetta di questo venerdì torniamo in Africa, più precisamente in Angola, presentando un piatto immancabile nelle cucine di questo paese: il Funje. Si tratta di una pietanza molto simile alla nostra polenta, come consistenza ed aspetto, ma viene realizzata con la farina di manioca. Può essere servita accompagnata da sughi saporiti a base di carne, pesce, fagioli o verdure.

Anche la preparazione è molto simile a quella della polenta, vediamo come!

Funje

Ingredienti:

1 kg di farina di manioca

1/2 l d’acqua

Preparazione:

Mettere l’acqua in una pentola bassa e larga e portare ad ebollizione. Quando bolle versare lentamente la farina di manioca mescolando continuamente. Coprire e lasciare cuocere finché raggiunge una consistenza liscia e compatta.

Servire accompagnata da sughi succulenti e saporiti a base di carne, pesce, fagioli o verdure.

Buon appetito!

 

Ricette dal mondo

novembre 21, 2014 Pubblicato in: Ricette Tags: , , , , , ,  0 Commenti

La ricetta di questo venerdì proviene dal Brasile, una ricetta tradizionale della cucina di Salvador de Bahia: Acarajè.acarajè

Si tratta di una sorta di panino ripieno di gamberetti, ma il pane viene realizzato

in una maniera un po’ speciale, vediamo come!

Acarajè

Ingredienti:

500 gr di fagioli occhio (Feijão Fradinho) – 3 cipolle medie tagliate a pezzetti –

325 ml di olio dendê (un olio di colore rosso derivato da una palma tipica del nord-est del Brasile, può essere sostituito con olio di semi per friggere) – 3 pimenta malagueta (peperoncini piccanti sbriciolati) – 1/2 tazza di gamberi secchi e sgusciati – sale

Preparazione:

Sfregare i grani dei fagioli con le mani per togliere le bucce e tritarli a bassa velocità insieme ad una cipolla a pezzetti, con un pochino d’acqua, fino ad ottenere una pasta omogenea; salare. Riscaldare in una padella 300 ml di olio dendê, ad olio ben caldo friggere l’impasto ottenuto prendendone un cucchiaio per volta formando delle palline, nella cottura non devono seccare, ma cuocersi dentro e dorasi all’esterno. Lasciarle asciugare e passare alla preparazione della farcitura.

Frullare il peperoncino col la metà dei gamberi. Soffriggere le restanti cipolle tagliate a pezzetti nell’olio dendê, salare e unire il composto frullato. Aggiungere i restanti gamberi secchi interi, cuocere un paio di minuti, poi togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.

Tagliare a metà ogni acarajè (la palline fritte) e farcirle con il composto di gamberi andando a formare dei piccoli panini.

Buon appetito!