blog tagline

Articolo taggato sostegno a distanza

25 aprile: “Mirame”, festa del sostegno a distanza

aprile 18, 2018 Pubblicato in: Uncategorized Tags:  0 Commenti

Cari amici del Faggio,
Il 25 aprile la nostra associazione da la possiblità a padrini e ad altri interessati di conoscere meglio il nostro lavoro in Italia e all’interno dei centri sostenuti. Infatti, in occasione della giornata per festeggiare il sostegno a distanza, abbiamo creato un evento che vi farà passare una giornata in buona compagnia!

Come si svolge l’evento

Inizierà alle 10.30 con la Santa Messa presso il Santuario di Montenero, ed al termine inizierano le proiezioni di foto e video scattati durante i viaggi solidali, accompagnate dalle testimonianze dei volontari che hanno visitato i centri in India, Brasile e Angola.
Dopo pranzo i padrini interessati potranno registrare un video messaggio per il bambino che sostengono.
Oltre a ciò, ci saranno collegamenti skype con i centri, potrete vedere alcune video interviste dei bambini e ci saranno attività di intrattenimento.
Inoltre, potrete acquistare i cosiddetti “regali solidali”, prodotti fatti a mano dai nostri volontari: agendine, segnalibri, astucci ed altro ancora.

Il costo di partecipazione è di 18,00€ per il pranzo e 15,00€ per i bambini. E’ richiesta la prenotazione, quindi.. affrettatevi!

 

Per informazioni: marco@adozioniadistanza.it Tel: 0586/579913, 3398396046, https://www.facebook.com/sostegnoadistanza/

 

La locandina dell’evento

Swap party primaverile

aprile 4, 2018 Pubblicato in: Uncategorized Tags: ,  0 Commenti

Cari amici del Faggio,
Domenica 22 aprile in Piazza Cappiello n° 3 si svolgerà l’evento “Swap party primaverile”.
Durante la giornata di domenica, potete portare al massimo quindici capi che non utilizzate più, sia vestiti che accessori (ovviamente in buono stato), da barattare con quelli di altri partecipanti.
Rinnoverete così il vostro guardaroba e passerete una piacevole giornata in ottima compagnia, potendo inoltre usufruire di un buffet.

Il ricavato

L’evento, che avrà luogo dalle 12:30 alle 15:30, ha un costo di 5€ ed il ricavato sarà destinato all’acquisto di prodotti di prima necessità per un centro indiano con cui collaboriamo.

La locandina dell’evento

 


Volete restare aggiornati sugli eventi organizzati dall’associazione ? Scrivete a marco@adozioniadistanza.it o visitate la nostra pagina Facebook http://www.facebook.com/sostegnoadistanza

“Maestra Giulia”: la nuova rubrica sui bambini

marzo 2, 2018 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , , , ,  0 Commenti

Perché una rubrica sui bambini

di Marco Del Lucchese

Vi presentiamo “Maestra Giulia” la nuova rubrica sui bambini a cura di Giulia Lombardi che è stata una delle nostre prime volontarie ad accompagnarci in un viaggio di monitoraggio in India nell’ottobre del 2016. Da quel momento ci ha aiutato e sostenuto in diversi modi, aggiornando il canale Instagram ed organizzando eventi di raccolta fondi.

Giulia fa la maestra in un asilo in Toscana e l’esperienza di volontariato nella nostra onlus che si occupa di sostegno a distanza ha arricchito le sue competenze che abbiamo pensato di condividere con i nostri lettori. Perché una rubrica sui bambini italiani nelle pagine di una ONLUS che si occupa di adozioni a distanza? 

Pensiamo che le sfide educative di oggi siano più complesse e articolate rispetto a quelle dei nostri genitori. Occorre formarsi e studiare per riuscire a creare quel clima sereno e positivo necessario per il buon sviluppo di un bambino.

Nasce quindi “Maestra Giulia”, una rubrica per mamme o semplici addetti al settore con aggiornamenti, notizie, recensioni o osservazioni sul campo, per educare al meglio i nostri piccoli.

Se l’istruzione cambia la vita di un bambino grazie all’adozione a distanza, anche piccoli consigli o spunti di lettura possono aiutare qualche mamma a migliorarsi nel lavoro più difficile del mondo, crescere un figlio. 

Nella prima puntata parleremo di tecniche di rilassamento per bambini. Buona lettura e fateci sapere cosa ne pensate!

 

Prima puntata:

“Maestra Giulia” di Giulia Lombardi

“Giochiamo a rilassarci” è il titolo di un libro delle autrici Marina Panatero e Tea Pecunia che ho letto e che consiglio a mamme, sorelle, insegnanti e chiunque abbia a che fare con i bambini. ( www.oshoba.it/prod/1089/GIOCHIAMO-A-RILASSARCI.html )

Nel testo si parla di meditazione da insegnare ai bambini, non si tratta di meditazione religiosa ma di guardare ognuno dentro di sé per conoscere e riconoscere le proprie sensazioni, per osservarsi in un momento che si distacca dalla frenetica quotidianità delle giornate, che spesso corrono troppo veloci.

La meditazione deve essere prima provata da noi adulti per poi consegnarla come un dono ai più piccoli. Ho avuto la possibilità di seguire un corso chiamato Lila Yoga, tenuto da mia zia Arianna, insegnante di yoga e Valeria, educatrice, che mettendo insieme le loro due figure professionali hanno creato un percorso di conoscenza dello yoga e di pratiche da poter far eseguire ai più piccoli.

Come fare?

La meditazione per i più piccoli non sarà certo stare seduti nella stessa posizione ed in silenzio per un’ora. Si tratta di creare un ambiente con luci soffuse, oggetti che diventano fondamentali per il rituale (candela, incenso, campana tibetana, fiori..). Le pratiche di meditazione vengono svolte in cerchio.

Ad ogni bambino può venir chiesto di portare un proprio oggetto significativo da mettere sul suo tappetino. Una cosa che ai bambini piace molto è stare scalzi; quindi diciamo loro che ognuno ha la sua isoletta e si deve cercare di non uscire, ma dobbiamo custodirla.

A questo punto attraverso il suono della campana tibetana si porta l’attenzione dei bambini sull’inizio e nell’immersione di questo momento di rilassamento. Si possono far ascoltare delle musiche rilassanti in sottofondo, mentre si racconta una storia o si guida il movimento dei bambini. Si possono svolgere attività coppie, in cui si ripropongono delle asana, ossia le posizioni che si effettuano durante la pratica yoga.

Possiamo selezionare quelle che più pensiamo possano interessare e colpire i bambini. Troviamo infatti un sacco di posizioni che si rifanno alla natura e agli animali: il gatto, il cane, il cobra, l’albero, e così via. Sarebbe bello proporre una storia in cui i protagonisti sono animali e oggetti che si possono riproporre tramite le asana.

Le autrici nel loro testo riportano le loro esperienze lavorative affermando che questa pratica di rilassamento viene svolte dalle scuole d’infanzia fino a coinvolgere i ragazzi più grandi, e grazie ad essa ogni bambino può trarre grandi vantaggi: rilassamento, maggior attenzione, potenziamento dell’autostima, delle capacità creative, migliore gestione delle emozioni.

Provare per credere!

Giulia Lombardi con un bambino sostenuto a distanza in India nel centro di Araku.

 

Evento: Carnevale intorno al mondo, una scuola per l’Angola – Save the date!

febbraio 1, 2018 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , ,  0 Commenti
Sabato 10 Febbraio, presso l’Ex Cinema Aurora in Viale Ippolito Nievo n. 28, si svolgerà l’evento Carnevale intorno al mondo: una scuola per l’Angola.
L’evento, creato in collaborazione con l’associazione Lions Club Satellite Meloria, si svolgerà nel seguente modo: alle 20.30 ci sarà una videoproiezione in cui verrano mostrate le missioni dell’associazione. Il tutto verrà affiancato dalle testimonianze dei nostri volontari che hanno partecipato ai viaggi solidali in tre dei paesi in cui abbiamo centri educativi: India, Brasile, Angola.
La serata continua, e dalle 21.100 ci sarà una cena a buffet e, per finire, danze!
Inoltre, essendo carnevale, i partecipanti sono invitati a mascherarsi con i costumi tradizionali dei popoli del mondo.
 
Il costo di partecipazione all’evento è di 25 euro, che comprende ingresso, cena e bevande. Il ricavato dell’evento, dedotte le spese, sarà utilizzato per l’acquisto di materiale scolastico per i centri educativi in Angola.
 
Infine, durante l’evento sarà possibile partecipare alla lotteria, il cui biglietto potrà essere acquistato in loco.
 
 

La locandina dell’evento

 
Per informazioni e prenotazioni potete rivolgervi direttamente a:
LIONS Lorenzo Rossi 347 0758355; Beatrice Duranti 3921364891; lionsclubsatellitelimeloria@gmail.com
Faggio Vallombrosano ONLUS Marco Del Lucchese 3398396046; marco@adozioniadistanza.it
o visitare l’evento su facebook della serata: https://www.facebook.com/events/567008613664995/
 

Viaggio solidale in Brasile – intervista a Alice Romiti

gennaio 11, 2018 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , ,  0 Commenti

Alice Romiti, volontaria del Faggio, ad ottobre ha partecipato insieme a Cosimo Gragnani al viaggio solidale in Brasile. Mentre Cosimo ci ha descritto le mansioni svolte e le emozioni che ha provato nello svolgerle (che potete leggere quì: http://bit.ly/2CUpjyV), Alice si sofferma più sull’aspetto culturale, sulle impressioni che ha avuto della popolazione locale e sulla vivibilità del Paese.

ALICE – Il viaggio in Brasile è stata un’esperienza davvero stupenda, molto stimolante sotto tanti punti di vista.
Grazie al Faggio Vallombrosano abbiamo l’opportunità di fare questo viaggio di monitoraggio: insieme a Marco o Lucia controlliamo che tutto sia in regola e che i bambini abbiamo effettivo bisogno del nostro aiuto. Andiamo a visitare tutte le famiglie, casa per casa, controllando così la situazione,  e parliamo con tutti i bambini. È un momento dove possiamo raccogliere più informazioni, e dove facciamo le videointerviste ai bambini, da mandare in seguito ai padrini e alle madrine, per creare comunicazione tra loro.
Inoltre, riusciamo a controllare bene la situazione grazie all’aiuto delle suore dei centri: sul posto sono le nostre mediatrici coi bambini, e anche dall’Italia siamo in continuo contatto con loro che ci aggiornano sulla situazione quotidianamente, tramite Skype telefonate o mail, ci fanno domande, ci parlano dei bambini e ci informano. Infatti, un po’ per il ruolo che rivestono nella comunità, un po’ per il ruolo istituzionale che hanno, sono sempre a contatto con le famiglie e coi bambini.

Il Brasile è una realtà assolutamente particolare, fatta di contrasti. Da un lato troviamo città enormi, abbastanza sviluppate e bellissime. Ad esempio a Copacabana o a Rio de Janeiro è una cosa incredibile: vialoni, palazzi, super grattacieli, grandi alberghi, negozi enormi..tutto così grande e lussuoso.
Non serve cambiare città, ma basta girare l’angolo per notare il contrasto (ad esempio a Rio de Janeiro): trovi una parte della città devastata, sporca, piena di criminalità, con visi poco raccomandabili.

Oltre a questo, le persone sono povere. Più o meno il cibo non manca, perchè è una terra molto rigogliosa e quindi tutti hanno nel loro giardinetto alberi di cocco, di more o un orticello; quello che manca è il riso e il latte, che sono forniti dalle suore. Quindi per povertà si intende persone che vivono con poco cibo, in case senza porte e finestre in cui vivono sette persone in due stanze.
Nonostante la povertà, hanno il senso dell’ospitalità simile al nostro: ci hanno invitato a casa, hanno cucinato per noi, ci hanno offerto da bere ed abbiamo mangiato tutti insieme.
In più, hanno degli scopi per il futuro: ad esempio se chiedi ai bambini cosa vogliono fare da grande, non rispondono semplicemente “il medico”, ma sono più specifici (ad esempio “biologo marino”), sanno di voler fare l’università o altro… Quindi, sono persone molto povere, ma che si rendono conto bene della vita e dell’importanza della cultura.
Hanno un livello culturale inferiore al nostro, ma hanno una percezione del mondo e i valori simili ai nostri: infatti, non ci sono disparità tra uomo e donna, né tra bambino e adulto. Anche se la chiesa ha un ruolo ancora di sostegno, non ci sono più fanatismi religiosi (ovviamente sto parlando in termini generali). Quando ti trovi a contatto con loro, ricevi un’accoglienza stupenda, ti senti a casa e al pari loro.

Una famiglia brasiliana fotografata durante il monitoraggio

 

Come dicevo, il Brasile ha una realtà particolare perchè è un paese povero, ma allo stesso tempo ricco. È un paese enorme: ad esempio, Rio de Janeiro ha sei milioni di abitanti, San paolo dodici milioni. Secondo me le persone hanno bisogno di aiuto, ma non siamo così distanti culturalmente, come ad esempio in Africa o in India dove ci sono persone bisognose di aiuto nettamente diverse da noi dal punto di vista culturale.
Il Brasile è un paese con miliardi di potenzialità, tuttavia è afflitto da molta corruzione e da un alto tasso di  criminalità, dove possiamo trovarci in situazioni davvero molto pericolose.
Il posto più pericoloso dove siamo stati è Itaborai, una delle favelas di Rio de Janeiro. Lì, la suora del centro è stata minacciata più volte con una pistola alla testa ed è stata derubata in casa. Di solito le persone che hanno un ruolo religioso vengono “risparmiate”, ma lì non si risparmia nessuno.
Una scena che mi ha colpito è stato quando ci è passata davanti una banda armata di fucili in moto e macchine, poteva bastare un secondo e ci avrebbero potuto sparare; siamo rimasti sorpresi, non ci aspettavamo di vedere una situazione così estrema, che solitamente vediamo nei film.
Quando entri nelle favelas non ti accorgi nemmeno che stai entrando, quindi può crearsi una situazione di paura. Infatti, potrebbe succede che tu venga scambiato per uno di un clan rivale o per un poliziotto, e quindi ti potrebbero sparare a vista.
Di solito ci sono sentinelle all’ingresso delle favelas che però noi turisti non riconosciamo, ma le suore li riconoscono e ce le hanno indicate. Fermano la macchina e da quel punto in poi prosegui a piedi, nascondendo la macchina fotografica, non potendo fare foto ed evitando di guardare in faccia le persone.
Ci sono delle favelas , come quelle dove abitavamo noi a Itaborai, non adibite allo spaccio: noi eravamo nella colonia di lebbrosi, abitavamo proprio davanti al centro; è comunque pericoloso, ma con le suore puoi andare tranquillamente.
Mentre nelle favelas adibite allo spaccio delle città fulcro del traffico, come a Rio de Janeiro, vi sono delle strade di perimetro dove vi sono poltrone, televisori, massi e altre cose che bloccano il passaggio, perchè sabato e domenica vengono chiuse totalmente per consentire il traffico in tranquillità.

Alice Romiti e Cosimo Gragnani durante il viaggio solidale

 

Per maggiori informazioni riguardo la nostra associazione scrivi a marco@adozioniadistanza.it, visita la pagina Facebook http://www.facebook.com/sostegnoadistanza/ o chiama direttamente la sede Highlights info row image 0586 579913

 

Giordana Pucciani

Situazione attuale Angola

gennaio 5, 2018 Pubblicato in: Uncategorized Tags: ,  0 Commenti

Cari amici del Faggio,
oggi scopriamo la situazione attuale dell’Angola, stato dell’Africa meridionale in cui collaboriamo con quattro centri.

L’Angola, stato africano ed ex colonia portoghese, ha una pessima condizione economica a causa della situazione politica e dello sfruttamento delle sue grandi risorse naturali: petrolio e diamanti, gestite dall’oligarchia del paese.

Fin dalla sua indipendenza dal Portogallo nel 1975 è guidata dal Movimento popolare per la liberazione dell’Angola (MPLA).  Si è combattuta una guerra civile tra movimenti rivali, sostenuta dagli stati vicini. Alla morte del leader storico del MPLA Agostinho Neto,  avvenuta poco dopo l’indipendenza del paese, è andato al potere il successore José Eduardo dos Santos, rimasto al potere fino al 2017. Ad agosto 2017, in seguito alle elezioni, José ha ceduto il potere al suo ministro della difesa  Joao Lourenço.

In tutti questi anni ci sono stati sprechi nell’ambito economico: infatti, l’Angola ha delle materie prime molto

Angola - Localizzazione

Dove si trova l’Angola

profittevoli quali il petrolio e i diamanti, ma sono stati fonte di corruzione. Infatti, i dirigenti hanno tratto benefici dalla situazione, a partire dalla famiglia dell’ex presidente, in particolare dalla figlia posta a capo della compagnia petrolifera nazionale. Il nuovo presidente in carica ha tolto la figlia dalla compagnia petrolifera, dando così un segno di rinnovamento. 

Per quanto riguarda il tasso di criminalità del paese, è elevato: furti, rapine nei confronti di pedoni e all’interno delle automobili. Ovviamente il tasso di criminalità varia a seconda delle località e dei quartieri delle città.

Inoltre, il tasso di mortalità è alto, perchè la povertà dà come risultato la morte della popolazione che non ha sufficiente sostentamento quotidiano.

 

Cosa puoi fare per aiutare i bambini che vivono in questo paese ? Per maggiori informazioni sulle adozioni scrivi a marco@adozioniadistanza.it  o chiama la nostra sede  al Highlights info row image 0586 579913

 
Giordana Pucciani
 

FONTI: https://www.paesionline.it/

https://www.internazionale.it

https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae/rappresentanze-e-consigli-di-viaggio/angola/consigli-viaggio-angola.html

 

Faggio Vallombrosano – Adozioni a distanza: INDIA

dicembre 27, 2017 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , , , , , , , , ,  0 Commenti

Le 5 differenze tra l’istruzione di un bambino Italiano ed un bambino Indiano:

  1. Un bambino Italiano va a scuola accompagnato dai genitori, di solito in macchina. Un bambino Indiano non ha mezzi per raggiungere la scuola, se non i suoi piedi. 
  2. Un bambino Italiano segue la lezione dal suo banco. Un bambino Indiano sta seduto per terra. 
  3. Un bambino Italiano impara ad utilizzare il computer ed i programmi di base. Un bambino Indiano spesso non ha la cancelleria per poter prendere appunti.
  4. Un bambino Italiano durante l’intervallo scambia figurine. Un bambino Indiano durante l’intervallo gioca a piedi scalzi nel cortile della scuola, tra scimmie e mucche. 
  5. Un bambino Italiano non sempre ha voglia di svegliarsi presto per andare a scuola, mentre tutti i bambini Indiani sono felici, perchè per loro la scuola non è un’imposizione, non è un diritto. 

Dona ad un bambino il regalo più importante della sua vita: l’istruzione. 

Sostieni a distanza un bambino in Honduras, Brasile, Angola o India. Aiutaci a fare la differenza.

Vai sul sito  http://www.adozioniadistanza.it/

 Facebook: https://www.facebook.com/sostegnoadistanza/?fref=ts

o chiama direttamente la sede per avere più informazioni: Santuario di Montenero

Highlights info row image
0586 579913 

 

Martina

Io sostengo l’istruzione

dicembre 11, 2017 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , ,  0 Commenti

Cari amici del Faggio,
Stiamo promuovendo una raccolta di fondi per sostenere la “Escola missionaria” di Cuango, piccolo villaggio in Angola. La scuola viene gestita da un gruppo di suore brasiliane: hanno creato un luogo di istruzione, un luogo per studiare, una biblioteca con alcuni libri.

I genitori sono spesso impegnati lontano da casa, quindi i bambini si ritrovano soli durante tutto l’arco della giornata; per questo le sorelle brasiliane donano loro, quando possono, anche un pranzo.
Nonostante l’accesso alla scuola sia gratuito, le famiglie non hanno i soldi per comprare il materiale scolastico, i quaderni e libri.

Vi invitiamo a fare una donazione per poter  fornire il materiale necessario agli alunni, dando loro la possibilità di avere un’istruzione di qualità.
A seconda della donazione che farete (potete donare partendo da 5€), offrirete ai ragazzi da un minimo di un quaderno e di un astuccio corredato di matite gomma e penna, fino a sostenere l’istruzione di sei bambini durante l’arco di tutto l’anno scolastico! In omaggio potrete ricevere, a seconda della donazione effettuata, una cartolina, una borsa o un’agenda.

Per informazioni più approfondite sulla raccolta di fondi, e su come donare, visita il sito
https://www.buonacausa.org/cause/controlaviolenza

Un gruppo di bambini angolani fotografati durante il viaggio solidale fatto dalle volontarie della nostra associazione

 

Per informazioni riguardo alla nostra associazione visita il nostro Sito internet http://www.adozioniadistanza.it/ , la nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/sostegnoadistanza/  o chiama direttamente la sede:  Highlights info row image 0586 579913 

Faggio Vallombrosano – Adozioni a distanza: INDIA

dicembre 1, 2017 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , , , , , , , , , , ,  0 Commenti

In India da oramai quasi 6 anni è stata debellata la poliomielite. Un risultato notevole dati scarsi indici di igiene del paese e le forti resistenze sociali e religiose verso pratiche mediche come i vaccini. Ciononostante, al pensare che una malattia grave come la polio sia stata eradicata si tira un sospiro di sollievo e si tende a dimenticare che esistono ancora persone che risentono del suo passaggio.

Il Faggio Vallombrosano segue vari casi di bambini che sono stati affetti da poliomielite, nel suo centro a Loni, Nord India. Il centro ha contribuito, oltre che alla formazione scolastica, anche alle cure mediche e alle terapie che altrimenti le famiglie dei bambini non avrebbero potuto sostenere. Spesso la poliomielite causa gravi disabilità perciò sono stati acquistati attrezzi per la fisioterapia e sostenute le operazioni di correzione dei bambini più gravi. 

Il Faggio Vallombrosano sostiene bambini in India, Honduras, Angola e Brasile.  Adottare un bambino a distanza cambia la vita, di tutti.

Vai sul sito  http://www.adozioniadistanza.it/

 Facebook: https://www.facebook.com/sostegnoadistanza/?fref=ts

o chiama direttamente la sede per avere più informazioni: Santuario di Montenero

Highlights info row image
0586 579913 

 

Adozioni a distanza – Faggio Vallombrosano Onlus

novembre 29, 2017 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , , , , , , , , , , , ,  0 Commenti

Adozione a distanza: Faggio Vallombrosano, Livorno.

Grazie al lavoro dei volontari del Faggio Vallombrosano l’adozione a distanza è più sicura. Sostieni un bambino a distanza in Angola, Brasile, Honduras o India. Con il tuo sostegno l’associazione è in grado di fornire istruzione e cure mediche ad i bambini più bisognosi.

“E’ proibito non cercare la tua felicità, 
non vivere la tua vita pensando positivo, 
non pensare che possiamo solo migliorare, 
non sentire che, senza di te, 
questo mondo non sarebbe lo stesso. 
– Pablo Neruda “

Vai sul sito  http://www.adozioniadistanza.it/

 Facebook: https://www.facebook.com/sostegnoadistanza/?fref=ts

o chiama direttamente la sede per avere più informazioni: Santuario di Montenero

Highlights info row image
0586 579913