blog tagline

Articolo taggato India

Una location suggestiva per ricordarci il valore dell’ambiente

ottobre 8, 2018 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , , , , , ,  0 Commenti

Arianna curerà una rubrica di commento sulle nostre pagine relativa a tematiche sociali, ambientali, culturali collaterali al nostro tema che sono i bambini nei paesi in via di sviluppo.

 

La tutela dell’ambiente e la cura dei bambini sono collegati?

Di Arianna Barzacchi

Qualche giorno fa un musicista russo, il pianista Pavel Andreev, ha deciso di suonare in una location particolarmente suggestiva.

Non suggestiva nel senso carino del termine, non una di quelle che lascia a bocca aperta, e fa brillare gli occhi. Suggestiva nel significato un po’ patetico di abbandono emotivo, di pena, di straniamento che fa presto a diventare fastidioso. Pavel, ha infatti trasportato un pianoforte nel bel mezzo di una discarica non lontana dalla sua città, si è seduto e ha lasciato che le mani scorressero sui tasti. Gli unici spettatori presenti erano centinaia di accigliati gabbiani, abitanti di quell’enorme pezzo di terra nella regione a nord di San Pietroburgo.

L’esecuzione di questi brani fa parte di un progetto chiamato “Breath of the Planet”, con il quale Pavel vorrebbe portare alla luce il problema dell’eccesso di rifiuti e del loro mancato smaltimento, dell’incredibile danno che stiamo procurando alla Terra. E intende farlo creando un contrasto stridente tra la desolazione disgustosa di una discarica e la sognante atmosfera di un concerto di piano, tra brutto e bello.

Vorrebbe anche incentivare l’utilizzo delle energie rinnovabili e delle nuove tecniche di riciclaggio, purtroppo, poco dibattute e ritenute da molti irrilevanti, così come irrilevante è ritenuto il problema dell’inquinamento tutto.

In realtà – come è bene ricordare spesso a costo di risultare banali e ripetitivi – l’inquinamento e il cambiamento climatico hanno ripercussioni fortissime sulla nostra vita e su quella degli altri esseri viventi, sia nel breve, che nel lungo termine. Dalla nostra privilegiata prospettiva, non vediamo quali sono le dirette conseguenze delle nostre azioni. L’uso smodato della macchina, l’acquisto di oggetti con imballaggi superflui, il ricambio continuo di vestiti e apparecchi vari atto a rincorrere la veloce evoluzione della moda, un chewing gum sputato in terra per svogliatezza.

 

Abitudini innocue

Tutte abitudini “innocue” che accumulandosi e moltiplicandosi per miliardi di volte, miliardi di persone, causano la morte del pianeta e delle vite che ospita. Se al pianeta non si vuole dare importanza perché collasserà quando noi saremo già sottoterra si pensi allora a tutti i bambini che dall’altra parte del mondo si stanno ammalando perché nuotano nella spazzatura, a tutti gli animali che stanno soffocando ingoiando buste di plastica e a tutte le piante che non stanno più trovando nutrimento nel terreno. Tutto in questo istante, lontanissimo dai nostri occhi e dalla nostra coscienza.

Il pianista sui rifiuti, con la sua musica, provoca pochi minuti di struggimento. È compito di chi osserva costruire su quella sensazione una riflessione a livello profondo, che metta in discussione anche l’approccio alla vita quotidiana, e far sì che questo non sia l’ennesimo video visto per caso. Questo è l’ennesima prova che stiamo sbagliando qualcosa.

India: bambini fumatori – Notizie dal mondo

maggio 29, 2018 Pubblicato in: Uncategorized Tags: ,  0 Commenti

Maggio 2018 – Notizie dal mondo: India

Secondo un rapporto di The Tobacco Atlas sui bambini fumatori, in India ci sono oltre 625mila bambini tra i 10 ed i 14 anni, di cui circa 430 mila bambini e 200 mila bambine, che fumano sigarette ogni giorno.

Fonte foto: www.tpi.it

L’uso di sigarette si sta diffondendo sempre di più all’interno del paese, che è anche uno dei più inquinati al mondo.

Quali sono le cause della diffusione ?

Nonostante l’India abbia meno bambini fumatori rispetto ad altri paesi, la percentuale sta aumentando. Questo avviene perchè sono vittime di una campagna di marketing organizzata dalle grandi multinazionali del tabacco. Con l’uso di pubblicità colorate e l’offerta gratuita di sigarette inevitabilmente aumenta sempre più il consumo di sigarette da parte dei bambini.
Il governo, per far fronte a questo nuovo fenomeno, ha creato campagne anti fumo, ma senza ottenere grandi risultati.

I bambini in India

Purtroppo il problema dei bambini fumatori deriva da un’altro molto più ampio, che è quello dei “bambini in strada”. Questa categoria è composta da ragazzi che vivono senza dimora fissa, senza un’educazione ed una famiglia. Infatti, è spesso a causa di conflitti familiari che i bambini scelgono di vvivere per strada, unendosi ad altri per creare dei veri e propri gruppi di senzatetto.


FONTI: https://www.tpi.it

https://it.wikipedia.org/

 

Per maggiori informazioni riguardo la nostra associazione  potete contattarci scrivendo a marco@adozioniadistanza.it o visitare la nostra pagina Facebook 

India: tempesta di sabbia – Notizie dal mondo

maggio 18, 2018 Pubblicato in: India Tags: ,  0 Commenti

Maggio 2018 – Notizie dal mondo: India

La catastrofe

La notte del 3 maggio negli stati indiani di Uttar, Pradesh e Rajasthan una tempesta di pioggia e sabbia ha lasciato dietro di sè gravi danni, causando più di cento morti.

I danni

Nella zona turistica del Rajasthan mercoledì 2 maggio sono stati dirottati alcuni voli in arrivo a Nuova Delhi, a causa dei forti venti, ma che fortunatamente non hanno provocato danni alla città.

Fonte foto: www.repubblica.it

Purtroppo però, durante la notte del 3 maggio forti venti hanno soffiato ad oltre 130 chilometri orari, accompagnati da fulmini e da una forte tempesta di pioggia e sabbia. Questo ha provocato caduta di alberi, pali elettrici e muri di edifici e case che hanno colto di sorpresa gli abitanti. La tempesta non era prevista, visto che la stagione dei monsoni inizia regolarmente a Giugno. 
Inoltre, sono morti molti animali e l’energia elettrica è stata interrotta per giorni.

La risposta del governo

Dopo un post di condoglianze su Twitter da parte del premier, per eliminare i disagi il governo ha utilizzato dei fondi per risarcire le famiglie che hanno subito lutti o perdite materiali.

 


FONTI: http://www.tgcom24.mediaset.it

http://www.repubblica.it

 

Per maggiori informazioni riguardo la nostra associazione  potete contattarci scrivendo a marco@adozioniadistanza.it o visitare la nostra pagina Facebook 

Le scuole indiane di “Maestra Giulia” – Terza puntata:

marzo 13, 2018 Pubblicato in: Uncategorized Tags: ,  0 Commenti

Terza puntata della rubrica “Maestra Giulia”, in cui la nostra volontaria ci spiega come sono organizzate le scuole indiane che ha visitato durante il viaggio solidale, sottolineando le differenze tra il paese visitato e l’Italia.

Le scuole indiane di “Maestra Giulia”

Terza puntata:

Le scuole indiane che abbiamo visto durante il viaggio di monitoraggio in Ottobre 2016 mi sono sembrate molto organizzate, ma soprattutto molto numerose!
 
Per capirci, in ogni classe ci sono oltre 50 bambini. La maestra per fare l’appello ci mette dieci minuti! Ma l’India è il paese delle contraddizioni, e per ogni bambino che va a scuola ce n’è un altro o forse due che non ha possibilità per poter studiare.
 
Sì, perché la scuola è troppo lontana o perché la famiglia non ha i soldi per farlo studiare e perché il suo lavoro è fondamentale per tirare avanti. Abbiamo conosciuto molte famiglie che ci chiedevano di aiutarle a mandare a scuola i loro figli. Tanti genitori sanno quanto sia importante l’istruzione per i loro bambini, vorrebbero farli studiare per avere un futuro con più opportunità, il più delle volte diverso da quello dei loro familiari.
 

In India

Nelle scuole che abbiamo visitato abbiamo notato una disciplina nei ragazzi e nei bambini invidiabile. La mattina prima di entrare a scuola c’è il ritrovo nel giardino, si recitano le tabelline o delle poesie per iniziare la giornata, oppure si praticano delle attività sportive, che ricordano un po’ quello che noi intendiamo per pilates. Poi fila dopo fila i bambini si dirigono nelle loro classi.
Immaginate 200 bambini in un giardino che come formichine camminano in fila senza darsi spinte, senza piangere, ma con il sorriso e la voglia di fare.
 
Un sogno per le scuole italiane! In alcuni centri i bambini hanno un momento di tempo libero dopo la colazione per poter ripassare e finire i compiti prima di entrare a scuola, non hanno da vedere nessun cartone animato sullo smartphone della mamma mentre guida a tutta velocità per andare ad accompagnarlo all’asilo o a scuola.
 
La maggior parte dei bambini vive nel centro e gli altri camminano per arrivarci dalle loro case. Solitamente gli studenti hanno una divisa, che cambia in base alla classe frequentata.
 
Quello che passa a noi, visitatori bianchi, è che questi bambini abbiano voglia di imparare e che sappiano di quanto sia importante l’educazione per il loro futuro. Sembra che siano consapevoli della fortuna che hanno.
 
bambini del sostegno a distanza

Alcuni bambini delle scuole indiane con cui collaboriamo

 

Per maggiori informazioni riguardo la nostra associazione  potete contattarci scrivendo a marco@adozioniadistanza.it o visitare la nostra pagina Facebook

www.facebook.com/sostegnoadistanza/

Incontro con Elena Erizi e Lucia Pino – Viaggi solidali in India e Angola

gennaio 24, 2018 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , , ,  0 Commenti

Cari amici del Faggio,
Presso la Chiesa di Nostra Signora del Rosario in  si sta svolgendo un ciclo di incontri sulle immagini sacre. Ieri, 23 gennaio, Elena Erizi, volontaria della nostra associazione, e Lucia Pino sono intervenute in relazione all’immagine della Madonna di Montenero, portando un esempio di aiuto concreto nei confronti del prossimo.

Durante l’incontro hanno fornito spiegazioni riguardo al nostro progetto di adozione a distanza, nato nel 1995.
Il progetto venne creato dal prete missionario di Vallombrosa Don Rodolfo Cherubini, che ha passato 30 anni della sua vita in Brasile, dove ha visto la situazione quotidiana dei bambini, specialmente della zona di San Paolo. Per questo decise di iniziare il progetto di sostegno a distanza, inizialmente chiedendo a parenti ed amici un contributo, poi formando una vera e propria associazione. L’associazione si è ampliata, arrivando a sostenere economicamente dei centri educativi in quattro stati diversi: Angola, Brasile, Honduras ed India.

Inoltre, le ragazze hanno spiegato le funzioni che solitamente svolgiamo durante i nostri viaggi di monitoraggio, approfondendo in particolare i viaggi in India e Angola, paesi vitati dalle ragazze (Elena è stata in India, Lucia in entrambi i paesi). Hanno sottolineato che, nonostante possa sembrare un gesto “banale” donare 26€ al mese, per i bambini sostenuti è di fondamentale importanza.


Uno dei video mostrati durante l’incontro

Infine, Elena ha raccontato la storia di Kesar, una bambina che vive nel centro educativo di Loni, a nord di Nuova Dehi. La nostra volontaria ha intervistato la bambina durante il vaggio solidale, ed è rimasta molto colpita dalla sua vita: la ragazza soffre di poliomielite, malattia che dà problemi alle atricolazioni delle gambe (per leggere il nostro articolo sulla poliomielite clicca qui: http://www.adozioniadistanza.it/2017/faggio-vallombrosano-adozioni-distanza-india/ ). Inoltre, venne abbandonata dai genitori quando era piccola, e fu affidata alle suore. Quando aveva 14 anni il fratello più grande, già sposato, andò a ricercarla e lei, contentissima di poter ricostruire la sua famiglia, si trasferì da lui. Presto scoprì che il fratello aveva creato un matrimonio combinato tra lei e un uomo di 50 anni, perciò tenta di scappare. Però riuscirono a riprenderla e la chiusero a chiave in casa ma, la coraggiosa bambina, riuscì a scappare nuovamente.
Quando Elena le chiese perchè lo ha fatto di nuovo, la bambina con sguardo tranquillo e con una sincerità disarmante rispose “perchè io volevo studiare!”; la nostra volontaria è rimasta molto toccata da quanto per lei studiare fosse così importante, talmente importante da rischiare la vita.

 

Elena Erizi in compagnia di una suora durante il viaggio solidale in India

 

Vuoi sostenere anche tu bambini a distanza? Vuoi aiutarci diventando volontario dell’associazione? Contattaci !
Scrivi a marco@adozioniadistanza.it, visita la nostra pagina facebook https://www.facebook.com/sostegnoadistanza/ o chiama direttamente la nostra sede Highlights info row image 0586 579913

Giordana Pucciani

Faggio Vallombrosano – Adozioni a distanza: INDIA

dicembre 27, 2017 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , , , , , , , , ,  0 Commenti

Le 5 differenze tra l’istruzione di un bambino Italiano ed un bambino Indiano:

  1. Un bambino Italiano va a scuola accompagnato dai genitori, di solito in macchina. Un bambino Indiano non ha mezzi per raggiungere la scuola, se non i suoi piedi. 
  2. Un bambino Italiano segue la lezione dal suo banco. Un bambino Indiano sta seduto per terra. 
  3. Un bambino Italiano impara ad utilizzare il computer ed i programmi di base. Un bambino Indiano spesso non ha la cancelleria per poter prendere appunti.
  4. Un bambino Italiano durante l’intervallo scambia figurine. Un bambino Indiano durante l’intervallo gioca a piedi scalzi nel cortile della scuola, tra scimmie e mucche. 
  5. Un bambino Italiano non sempre ha voglia di svegliarsi presto per andare a scuola, mentre tutti i bambini Indiani sono felici, perchè per loro la scuola non è un’imposizione, non è un diritto. 

Dona ad un bambino il regalo più importante della sua vita: l’istruzione. 

Sostieni a distanza un bambino in Honduras, Brasile, Angola o India. Aiutaci a fare la differenza.

Vai sul sito  http://www.adozioniadistanza.it/

 Facebook: https://www.facebook.com/sostegnoadistanza/?fref=ts

o chiama direttamente la sede per avere più informazioni: Santuario di Montenero

Highlights info row image
0586 579913 

 

Martina

Adozioni in India

dicembre 21, 2017 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , ,  0 Commenti

Stiamo traducendo le lettere provenienti dal centro St. John Vianney Hostel, situato a Tanda, città dello stato federale dell’Uttar Pradesh, nell’India settentrionale.

Dalle lettere che inviano i padrini possono conoscere le condizioni di salute dei bambini adottati, le attività che compiono nel centro e le emozioni che provano. Notiamo nelle parole dei bambini molta gratitudine nei confronti dei loro padrini, e molto interesse nelle loro condizioni di salute. Inoltre, i bambini spesso inviano alcuni disegni per i padrini, e la loro foto.

Vorresti adottare un bambino? Vorresti renderti utile nel volontariato, traducendo le letterine dei bambini?
Per qualsiasi informazione scrivi a marco@adozioniadistanza.it

Faggio Vallombrosano – Adozioni a distanza: INDIA

dicembre 1, 2017 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , , , , , , , , , , ,  0 Commenti

In India da oramai quasi 6 anni è stata debellata la poliomielite. Un risultato notevole dati scarsi indici di igiene del paese e le forti resistenze sociali e religiose verso pratiche mediche come i vaccini. Ciononostante, al pensare che una malattia grave come la polio sia stata eradicata si tira un sospiro di sollievo e si tende a dimenticare che esistono ancora persone che risentono del suo passaggio.

Il Faggio Vallombrosano segue vari casi di bambini che sono stati affetti da poliomielite, nel suo centro a Loni, Nord India. Il centro ha contribuito, oltre che alla formazione scolastica, anche alle cure mediche e alle terapie che altrimenti le famiglie dei bambini non avrebbero potuto sostenere. Spesso la poliomielite causa gravi disabilità perciò sono stati acquistati attrezzi per la fisioterapia e sostenute le operazioni di correzione dei bambini più gravi. 

Il Faggio Vallombrosano sostiene bambini in India, Honduras, Angola e Brasile.  Adottare un bambino a distanza cambia la vita, di tutti.

Vai sul sito  http://www.adozioniadistanza.it/

 Facebook: https://www.facebook.com/sostegnoadistanza/?fref=ts

o chiama direttamente la sede per avere più informazioni: Santuario di Montenero

Highlights info row image
0586 579913 

 

Adozioni a distanza – Faggio Vallombrosano Onlus

novembre 27, 2017 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , , , , , , , , , , , , , ,  0 Commenti

Adozione a distanza: Faggio Vallombrosano, Livorno.

Grazie al lavoro dei volontari del Faggio Vallombrosano l’adozione a distanza è più sicura. Sostieni un bambino a distanza in Angola, Brasile, Honduras o India. Con il tuo sostegno l’associazione è in grado di fornire istruzione e cure mediche ad i bambini più bisognosi.

“Gli occhi non sanno vedere quello che il cuore vede. 
La mente non può sapere quello che il cuore sa. 
L’orecchio non può sentire quello che il cuore sente. 
Le mani non sanno dare quello che il cuore da.”

Vai sul sito  http://www.adozioniadistanza.it/

 Facebook: https://www.facebook.com/sostegnoadistanza/?fref=ts

o chiama direttamente la sede per avere più informazioni: Santuario di Montenero

Highlights info row image
0586 579913 

Adozioni a distanza – Faggio Vallombrosano Onlus

novembre 23, 2017 Pubblicato in: Uncategorized Tags: , , , , , , , , ,  0 Commenti

Adozione a distanza: Faggio Vallombrosano, Livorno.

Grazie al lavoro dei volontari del Faggio Vallombrosano l’adozione a distanza è più sicura. Sostieni un bambino a distanza in Angola, Brasile, Honduras o India. Con il tuo sostegno l’associazione è in grado di fornire istruzione e cure mediche ad i bambini più bisognosi.

“Lei è Mamta; ha 9 anni e vive nel centro di #Karangabahla, in India. Nel tempo libero le piace giocare con gli altri bambini e cantare.”

Vai sul sito  http://www.adozioniadistanza.it/

 Facebook: https://www.facebook.com/sostegnoadistanza/?fref=ts

o chiama direttamente la sede per avere più informazioni: Santuario di Montenero

Highlights info row image
0586 579913