blog tagline

Archivio della categoria Uncategorized

Honduras

Agosto 17, 2020 Pubblicato in: Uncategorized Commenti disabilitati su Honduras

Aggiornamento Covid19

Al momento la situazione è sfuggita di mano. Chiunque può essere infettato. Gli ospedali sono crollati, sono pieni, non c’è più spazio. Mancano le persone, mancano attrezzature mediche e medicine.
A Tegucigalpa hanno permesso al ginnasio dell’Università Cattolica di servire i pazienti.
Qui a Danli, il vescovo con la chiesa cattolica e altri volontari stanno facendo una campagna per aiutare l’ospedale con l’acquisto di dispositivi e attrezzature mediche. Sicuramente sui media internazionali è uscito che il governo dell’Honduras ha acquistato 3 ospedali mobili con una compagnia fantasma dalla Turchia, pagando il 100% del valore, senza alcuna prova di garanzia e questi ospedali finora non sono arrivati. Molte persone hanno sintomi ma non possono fare i test

Un’altra forte epidemia

Qui un’altra forte epidemia è la corruzione, così come molti casi di dengue che stanno uccidendo molte persone, per non parlare della mancanza di lavoro, fame, povertà.
Il numero di casi sta crescendo molto velocemente e il virus sta raggiungendo i luoghi più remoti, dove le persone non hanno risorse né a chi rivolgersi.
Ci sono molti gesti di solidarietà, ma è una goccia d’acqua in questo immenso deserto con tanto bisogno.

Cosa facciamo?

Cerchiamo di essere vicini alle persone attraverso i mezzi di comunicazione digitali, attraverso le nostre intenzioni, preghiere che implorano la misericordia di Dio sul mondo intero e aiutiamo le persone e le famiglie più vicine di noi che sanno di aver bisogno di sostegno spirituale, cibo e medicine.
L’impotenza umana, la fragilità e la piccolezza sono visibili di fronte a questo virus devastante che affligge tutta l’umanità.
Possa Dio benedirci e sostenere la nostra fede, speranza e amore con l’impegno a continuare a costruire ponti di fraternità e solidarietà.

#cristianicattolici
#cristiano
#vangelodelgiorno
#amore
#noracism
#pace
#beneficienza
#dioèamore
#preghiera
#honduras
#sostegnoadistanza
#adozioniadistanza
#adozioneadistanza
#cammino
#papafrancesco
#pope
#credere
#Gesù
#verità
#bellezza
#covid_19
#covid19

Aggiornamento covid da Cangandala Angola

Luglio 21, 2020 Pubblicato in: Uncategorized Commenti disabilitati su Aggiornamento covid da Cangandala Angola
Bambini per strada a Cangandala

Sono Samuel Zacarias Simão Cassule, salesiano di Don Bosco, ex studente della Scuola francescana Buon Pastore di Kangandala. Ho studiato tutta la mia istruzione elementare nella stessa scuola. È una scuola che da anni aiuta molto nell’educazione di bambini e adolescenti a Malange, specialmente a Kangandala. Oggi mi sento onorato di aver studiato in quella scuola, devo solo ringraziare le persone che per il loro instancabile sforzo hanno reso possibile l’impossibile accadere nel nostro comune, dando una buona qualità dell’istruzione ai cittadini. I miei ringraziamenti!”

Ora voglio illustrare in pochi paragrafi la situazione della popolazione angolana e le sfide che ha dovuto affrontare.

Stiamo attraversando un periodo difficile in tutto il mondo. La parola più parlata e spiegata è covid-19 (virus corona). Tutto è cambiato così in fretta che non abbiamo nemmeno visto il momento in cui abbiamo dovuto iniziare a indossare le maschere.

In questo contesto, condivido un po ‘la nostra situazione in Angola, di fronte alla pandemia del virus corona. Al momento abbiamo 166 casi positivi di infezione da covid-19, principalmente nella provincia di Luanda, che è la più colpita dalla pandemia.

Per comprendere meglio la situazione sociale del paese, è necessario esaminare la realtà delle persone. Quello che vedi sono le famiglie che vivono nella miseria e in una costante lotta per trovare cibo, tutto è diventato così difficile dopo l’implementazione di uno stato di emergenza. Per avere un’idea della difficoltà dello stato di emergenza in Angola, è necessario avere un’idea delle famiglie angolane e di come erano prima di questo decreto. «Le famiglie angolane, per la maggior parte, sono composte da più di otto persone, conducono una vita povera o vivono in totale povertà, dove non c’è salute, l’istruzione accademica è precaria, l’occupazione è una lotta costante, i servizi igienico-sanitari di base non funzionano , i bambini vengono costantemente abbandonati nella spazzatura, i pediatri registrano la morte di oltre 100 bambini al giorno. Le persone muoiono di fame, altre senza alloggio, molte che vivono in condizioni rischiose ».

Con la pandemia la situazione sociale del paese è peggiorata, la povertà e la miseria sono aumentate tra la popolazione, i decessi causati da altre malattie sono aumentati, parlo di Malaria, Malaria e febbre tifoide. Sembrano essere malattie reversibili che il mondo ha già risolto, ma in Angola è ancora un grave problema che non è stato superato, sono lieta di dire che attualmente stiamo lottando con il virus della corona e le malattie che ho citato in precedenza. E le morti causate quotidianamente da queste malattie superano persino il numero di morti per covid-19. In effetti, il problema sociale in Angola, parte della base. Ci mancano molti mezzi materiali per combattere le situazioni che il covid porta.

Nella provincia di Malange, specialmente a Kanganganda, la situazione non è diversa. Con lo stato di quarantena tutto chiuso. E la cosa più disperata è che la popolazione è a casa, non sapendo cosa mangeranno oggi. Sfortunatamente, la fame affligge Kangandala.

Molte famiglie sono andate nei villaggi più distanti per proteggersi con i bambini perché sanno di essere vulnerabili e che non è possibile curarsi in caso di contaminazione da parte del Covid 19.

È difficile descrivere cosa succederebbe se il Covid 19 si diffondesse in Angola, Malange, Kangandala. Come è successo in altri paesi. Dal momento che le persone non hanno accesso ad acqua, elettricità e assistenza sanitaria in condizioni. Anche così, la malaria (malaria) ha ucciso molte persone, in particolare i bambini, che sono i più sensibili e fragili.

Cosa fare di fronte a questa realtà stimolante?

Credo che il primo sia non perdere la speranza. Tutto passa. In questo periodo di pandemia dobbiamo imparare che il miglior rimedio è stare a casa e il secondo è essere solidali con coloro che soffrono di più.

 

Aggiornamento Covid da Riberao Preto

Luglio 10, 2020 Pubblicato in: Uncategorized Commenti disabilitati su Aggiornamento Covid da Riberao Preto

Pubblichiamo l’articolo scritto da Suor Stephany, la suora francescana responsabile del nostro progetto dis ostegno a distanza a Riberao Preto e Sepe Tiaraju in Brasile.

Se ci fosse stato detto un anno fa che le Olimpiadi di Tokyo sarebbero state rinviate a tempo indeterminato; che Papa Francesco avrebbe celebrato il Venerdì Santo con Piazza San Pietro vuota, senza fede, o che la merce più desiderata dalle nazioni sarebbero i respiratori ospedalieri; sarebbe certamente qualcosa al di fuori della nostra immaginazione e credulità.

Ma è successo!

Eccoci … O meglio, stiamo cercando di vivere e sopravvivere, ogni giorno, con l’effetto devastante di questo cattivo virus che è arrivato e insiste per rimanere: COVID-19.

Se la pandemia ha sconvolto le forti economie sviluppate e portato nel caos i sistemi sanitari più preparati di oggi, ancor più devastanti sono gli effetti del virus nei paesi sottosviluppati. E il Brasile è uno di questi.

Se la pandemia non bastasse, il paese sta vivendo una crisi politica interna, con contorni ideologici, in cui le preoccupazioni principali del governo sono lungi dall’essere il benessere e la vita dei brasiliani.

I numeri

COVID-19 ha già superato il numero di 60 mila morti in Brasile e il numero di 1.300 in 24 ore. Ora, il virus sta avanzando verso le città interne.

Nella città di Ribeirão Preto, nell’interno dello stato di San Paolo ci sono già 5.452 infetti e più di 160 morti, ad oggi.

Dopo il 1 ° giugno, con un allentamento del commercio, i casi sono aumentati in modo drammatico. Ed è proprio il più povero ad essere maggiormente colpito.

È una dura realtà: coloro che hanno bisogno di correre rischi e continuare a cercare il “pane quotidiano” soffrono.

Cosa stiamo facendo

Poiché i bambini non possono venire all’Associazione, l’Associazione va alle famiglie !!!

I bambini e le famiglie dell’Associazione São Francisco de Assis-Gewo Haus vengono assistiti settimanalmente, con: cesti alimentari di base, verdure e prodotti per la pulizia e l’igiene.

La distribuzione avviene ogni lunedì! Per questo, abbiamo un team impegnato e attivo, coordinato da suor Maria Aparecida Paulino, che fa di tutto per alleviare la sofferenza dei bambini e delle loro famiglie in questo periodo di pandemia. E, Associazione “Faggio Vallombrosano”, fa parte di questa squadra!

Per ogni padrino dei nostri figli, il nostro GRAZIE, DIO LO RINGRAZI! Insieme, batteremo questo virus e non perderemo la speranza per giorni migliori!

Per questo motivo, manteniamo viva la nostra speranza celebrando il 39 ° anniversario dell’Associazione São Francisco de Assis-Gewo Haus! 39 anni di amore e dedizione che hanno trasformato e continuano a trasformare le vite!

Grazie per far parte di questa storia!

Ribeirão Preto, 03/07/2020, 

Suor Stephany Caires Gomes

Suore Franciscanas da Penitência

Aggiornamento COVID da Thorrur, India

Luglio 7, 2020 Pubblicato in: Uncategorized Commenti disabilitati su Aggiornamento COVID da Thorrur, India

È stato riferito che a Thorrur (India), sono stati registrati, negli ultimi giorni, l’aumento dei nuovi casi Covid-19.


Mentre la maggior parte dei casi segnalati finora provengono da trasmissioni locali, alcuni casi sono stati segnalati da coloro che erano arrivati ​​dall’Arabia Saudita e da lavoratori migranti arrivati ​​di recente da altri Stati.


La situazione in particolare a Thorrur è instabile. Le persone sono bloccate. Alcune strade e villaggi sono rigorosamente bloccati da tutti i lati. A causa della situazione di blocco, le persone, in particolare l’agricoltura e gli affari, sono ferme. Thorrur è colpito perché le persone sono tornate principalmente dal Maharashtra, dove i casi sono numerosi.

 

Le famiglie povere sono a rischio anche per il cibo quotidiano. Sono dotati di riso razionato e Rs. 1500 / 17 euro – al mese dal governo.
Alcune famiglie dei nostri figli stanno davvero lottando. Abbiamo distribuito riso, dhal, petrolio e altri generi alimentari per i poveri e gli anziani della località. Tutti i sistemi sono bloccati. Le scuole non sono ancora state aperte. È tutto incerto.

Gli esami di decima classe vengono rinviati. Centinaia di persone soffrono. Soprattutto le famiglie con un solo genitore stanno lottando per guadagnare per il proprio sostentamento.

Siamo chiusi dentro e non siamo in grado di raggiungere le persone. Nessun veicolo sulle strade.

La paura, l’ansia, le difficoltà economiche, la mancanza di opportunità di lavoro si sono aggiunte alla sofferenza dell’umanità.

Le nostre preghiere sono per tutta l’umanità sofferente.
Sr. Helen, Shenanivas, Thorrur

Responsabile centro sostegno a distanza

#sostegnoadistanza
#adozioniadistanza
#india
#viaggioinindia
#viaggisolidali
#viaggimissionari
#nonprofit
#noprofit
#ong
#scuolaprimaria
#livornoonlus
#onluslivorno
#livorno
#faggiovallombrosano
#sostegnoadistanza
#adozioniadistanza
#adozioneadistanza
#livornoonlus
#livorno
#angola
#viaggisolidali
#viaggimissionari
#noprofit
#scuolafrancescana
#scuolaprimaria
#stopmalaria
#missione
#cattolico
#giovanicattolici
#cattolicesimo
#santuariodimontenero
#montenero
#onluslivorno
#toscana

 

Cosa succede nei centri?

Giugno 23, 2020 Pubblicato in: Uncategorized Commenti disabilitati su Cosa succede nei centri?

Pubblichiamo una serie di aggiornamenti dai centri sulla situazione covid 19.

Dal Brasile, centro di Taquaritinga.

La crisi causata dalla pandemia del virus corona ha peggiorato le condizioni di vita di diverse famiglie che, ora, sono supportati da gesti di solidarietà. Ci siamo uniti a uomini d’affari e persone di supporto e stiamo partecipando e promuovendo azioni di emergenza per aiutare i residenti in una situazione più precaria attraverso donazioni di cestini alimentari di base, gel alcolici, kit di pulizia e igiene personale.
In tutte le città all’interno dello stato si sono verificati decessi, ma molte persone sono state recuperate. Siamo ancora in totale isolamento sociale. L’uso della maschera è obbligatorio. La paura prende il sopravvento su tutti … perché tutti possiamo essere uno dei prossimi a essere infettati. Chiediamo la misericordia di Dio per tutti. Chiediamo il riposo eterno per coloro che sono morti e siamo solidali con tutte le famiglie che hanno perso qualcuno in famiglia, cioè anche più di una persona in famiglia. Preghiamo che tutti possano essere curati da questo virus che sta decimando parte della nostra gente. I più poveri sono quelli che soffrono di più. Temiamo per il futuro che si sta avvicinando, dopo la pandemia, a come ricostruire l’economia, che, politicamente parlando, soffre già della cattiva gestione dei nostri leader. È molto triste. Ma abbiamo speranza e fiducia in Dio.
Mi aspetto notizie dall’Italia e sappiamo come state controllando la crisi. Piangiamo i defunti in Italia, ci uniamo al nostro Papa Francesco, che prega incessantemente per i malati di questa terribile pandemia. Tutti gli sponsor che hanno adottato i bambini in situazioni di vulnerabilità sociale, i nostri ringraziamenti, la nostra gratitudine. Rimarremo uniti, perché da vicino o da lontano, parlando la stessa lingua, o in lingue diverse, ciò che ci unisce è AMORE E SOLIDADITÀ.
Suor Nilza

#sostegnoadistanza
#adozioniadistanza
#adozioneadistanza
#brasile
#viaggisolidali
#viaggimissionari
#onlus
#noprofit @Santuario di Montenero

Suor Anna ringrazia per le zanzariere anti malaria

Giugno 15, 2020 Pubblicato in: Uncategorized Commenti disabilitati su Suor Anna ringrazia per le zanzariere anti malaria

Sono arrivati i soldi delle zanzariere anti malaria in Angola.

Suor Anna, la direttrice della scuola francescana di Kangandala ringrazia tutti i donatori.

Grazie!!!

Ufficio ancora chiuso, ma operativi da casa

Giugno 10, 2020 Pubblicato in: Uncategorized Commenti disabilitati su Ufficio ancora chiuso, ma operativi da casa

Stiamo lavorando da marzo in smart working da casa ma siamo sempre operativi!!!

L’ufficio al Santuario è sempre chiuso.

Abbiamo deciso con i centri di raccontarvi cosa è successo nei singoli paesi. Pubblicheremo un piccolo giornalino da spedirvi a casa o scaricare in pdf dove vi raccontiamo cosa è successo centro per centro.

Attualmente le scuole in India, Angola, Brasile e Honduras sono sempre chiuse. Le suore aiutano le famiglie bisognose con generi di prima necessità perché le attività sono tutte chiuse e solo nei centri rurali si sopravvive dignitosamente. 

Siamo in ritardo con le lettere e non sappiamo bene quando e se arriveranno.

Non è un situazione facile ma siamo ottimisti e stiamo provando ad aprire nuovi centri… 🙂

Eccoci qua tornati on line.

EMERGENZA CORONAVIRUS

Marzo 26, 2020 Pubblicato in: Uncategorized Commenti disabilitati su EMERGENZA CORONAVIRUS
*Ufficio chiuso ma siamo reperibili in orario ufficio
*Lettere per la detrazione fiscale

Le suore dei centri ci chiamano tutti i giorni chiedendo come stiamo noi e voi sostenitori. La situazione non è facile perché anche nei paesi dove aiutiamo sta arrivando il virus e non ci sono le strutture che abbiamo noi.

1. Cosa cambia al Faggio Vallombrosano?
L’ufficio è chiuso al pubblico ma Benedetta ed io lavoriamo da casa. In particolare:

– Benedetta è reperibile al numero 338 8157012 per risolvere tutte le problematiche amministrative, controllo donazioni, ritardi nei versamenti.
– Marco risponde al numero 339 8396046 per nuovi sostegni, interruzioni, sostituzioni. 

Vi ricordiamo l’orario in cui chiamarci
lunedì, mercoledì, venerdi dalle 9 alle 13
martedi e giov dalle 1430 alle 1830

2. Le lettere primaverili dei bambini arriveranno in ritardo. Cercheremo di fare il possibile ma credo che prima di Luglio non riusciremo ad inviarle.

3. Lettera 730: da richiedere al seguente indirizzo marco@adozioniadistanza.it, specificando il nome e cognome del sostenitore, ricordandomi gentilmente i casi particolari.

4. La festa del 25 aprile per i 25 anni di fondazione del progetto Don Rodolfo è rimandata a data da destinarsi.

Siamo a vostra disposizione, chiusi nelle nostre case, sempre in contatto con le suore. 

PS se lo desiderate è possibile videochiamare i bambini anche da casa vostra. Scriveteci e vi spiegheremo come fare.

Un caro saluto
Benedetta e Marco
 
Continua a seguirci sui social
facebook.com/sostegnoadistanza
instagram.com/sostegnoadistanza

Rientrati dal viaggio di monitoraggio in India

Marzo 3, 2020 Pubblicato in: Uncategorized Commenti disabilitati su Rientrati dal viaggio di monitoraggio in India
India rurale, centro di Thorrur, Telengana

Con Stefano Carta (il sostenitore che oramai ci accompagna sempre nei viaggi di monitoraggio) siamo rientrati dal viaggio India per il monitoraggio dei bambini sostenuti a distanza. 

Abbiamo videochiamato o mandato video a circa l’80% dei sostenitori. Ti ricordiamo che è sempre possibile fare le videochiamate dal nostro ufficio su appuntamento. 
Speriamo ti abbia fatto piacere e che tu diventi un nostro PROMOTORE.
Ti chiediamo di parlare di questa esperienza con i tuoi amici ed aiutarci ATTIVAMENTE a trovare nuovi sostenitori. 
Abbiamo molte richieste di supporto che non riusciamo a soddisfare. 


Che situazione abbiamo trovato in India durante il viaggio di monitoraggio?


In alcuni centri la situazione sta lentamente migliorando. Nelle case delle famiglie sostenute da più tempo abbiamo trovato ambienti verniciati di fresco, qualche oggetto impensabile visto il contesto, come una bicicletta o una lavatrice usata. La cosa ci ha fatto molto piacere e speriamo che le famiglie riescano a migliorare un po’ la loro situazione. 

L’India è un paese che si sta sviluppando velocemente e sembra essersi dimenticato di buona parte della popolazione. 
Il governo indiano ha promosso una campagna di massa per trasformare le case di paglia e fango in case di mattoni con una sorta di microcredito. 
Manca ancora acqua corrente nelle case, e non esiste un sistema fognario ma soltanto latrine. 
La luce invece è arrivata in molte case. 
La situazione comunque varia molto da centro a centro.  

Durante i viaggi di monitoraggio, visitamo casa per casa, tutte le famiglie dei bambini sostenuti a distanza e videochiamiamo i sostenitori.

Abbiamo trovato tanto lavoro minorile nelle strade, abusi, problemi di alcolismo. 
Per questo abbiamo già una lista di 20 bambini da sostenere a distanza in 2 centri e stiamo cercando di aprirne uno nuovo nello stato dell’Assam al confine con la Cina e la Birmania.

qui di seguito puoi vedere le foto dell’India

GALLERIA INDIA

Benedetta e le volontarie sono sempre a Karangabahla. Puoi seguire la cronaca delle giornate qui:

www.facebook.com/sostegnoadistanza o www.instagram.com/sostegnoadistanza

 

Twentysix

Gennaio 27, 2020 Pubblicato in: Uncategorized Commenti disabilitati su Twentysix

La video serie sul sostegno a distanza

Dal 26 gennaio in onda sui nostri canali social (youtube, facebook, instagram) la video serie sul sostegno a distanza che racconta il viaggio in Angola degli operatori del Faggio Vallombrosano.

Se desideri avere maggiori informazioni sulla video serie CLICCA QUI

MARTEDI’ 28 gennaio ci troviamo da THISINTEGRA, via Ganucci 3, Livorno per vedere l’anteprima di alcuni episodi con la testimonianza dei protagonisti della serie.

Vi aspettiamo dalle 21.30.